In primo piano

 

La voce dell'acqua
Il trimestrale gratuito che racconta il viaggio dell'acqua

MyAQP aggiorna
Iscriviti alla news letter di Acquedotto Pugliese





loghi_media    FacebookTwitterLinkedinYoutube
Comunicati stampa


25/10/2010
Giudizio positivo della Corte dei Conti sui risultati di gestione 2008.

L'Acquedotto Pugliese Spa - tra i maggiori player nella gestione del ciclo idrico integrato e secondo operatore italiano con oltre quattro milioni di abitanti serviti – è stato oggetto del parere positivo della Corte dei Conti in relazione alla gestione 2008.

La Sezione controllo Enti della Corte dei Conti, nell'ambito dei controlli effettuati ai sensi della legge n. 259/1958, ha reso noto oggi di aver approvato la relazione sulla gestione 2008 di "Acquedotto Pugliese S.p.A.".

In particolare la relazione ha posto in risalto i risultati positivi raggiunti tramite gli interventi straordinari sugli impianti tecnici, al fine di ridurre le perdite, e l'attivazione di nuovi modelli gestionali per razionalizzare l'organizzazione del personale e i rapporti con l'utenza.

La Corte dei Conti ha sottolineato che i risultati del bilancio 2008 hanno fatto registrare un utile di esercizio di circa 239 mila euro, che seppur modesto, è stato accompagnato da una forte crescita del valore della produzione rispetto ai costi nonché da un incremento del patrimonio netto.

La Corte dei Conti ha tuttavia raccomandato una maggiore attenzione al miglioramento del sistema dei controlli interni ed alla realizzazione dell'intero programma poliennale degli investimenti programmati.

"I commenti della Corte dei Conti ci esortano a continuare nell'ambizioso cammino di rilancio della società intrapreso con successo negli ultimi anni, con l'obiettivo di risanare e potenziare la nostra rete. Azione che ci ha permesso di ridurre le perdite in rete al 35%”, ha commentato Ivo Monteforte, Amministratore Unico dell'Acquedotto Pugliese dal 2007".

"A conferma dei progressi raggiunti, arrivano anche i dati del bilancio 2009 che hanno evidenziato un utile di oltre 12 milioni di Euro e una riduzione dei costi di gestione per 10 milioni di Euro. Tali risultati derivano dalle efficienze conseguite tramite l'internalizzazione dell'attività di depurazione e di compostaggio, la riduzione delle spese generali e dei costi fissi di struttura ed una virtuosa politica di risparmio energetico", ha concluso Ivo Monteforte.




Stampa      Indietro