In primo piano

 

La voce dell'acqua
Il trimestrale gratuito che racconta il viaggio dell'acqua

MyAQP aggiorna
Iscriviti alla news letter di Acquedotto Pugliese





loghi_media    FacebookTwitterLinkedinYoutube
Comunicati stampa


23/06/2011
Rivisto al rialzo il rating Standard & Poor's di lungo e breve termine a "BBB-/A-3" (da "BB+/B-1") con Outlook stabile

Standard & Poor's, primaria agenzia di rating internazionale, ha annunciato di avere rivisto al rialzo il rating dell'Acquedotto Pugliese con outlook stabile.

L'agenzia ha alzato il rating corporate credit sul lungo e sul breve termine a "BBB-/A-3" da "BB+/B-1".

Il giudizio positivo - si legge nella nota dell'agenzia - deriva dai buoni risultati del bilancio 2010 e dalle efficienze sui costi conseguite tra l'altro con l'internalizzazione dell'attività di depurazione e di compostaggio, dalla riduzione delle spese generali e dei costi fissi di struttura, da una virtuosa politica di risparmio energetico nonché dalla positiva relazione con l'utenza che ha permesso di migliorare il ciclo della fatturazione.

Vengono inoltre valutati positivamente i documenti pianificatori approvati che garantiscono stabilità e certezza della gestione e degli investimenti per i prossimi anni.

"Questo miglioramento del rating – afferma Ivo Monteforte, Amministratore Unico di Acquedotto pugliese SpA - premia gli sforzi del personale tutto, brillantemente guidato dal Direttore generale Massimiliano Bianco, per il percorso di risanamento dell'azienda".

"L'agenzia di rating rende atto degli eccezionali risultati raggiunti nel 2010 e degli ambiziosi obiettivi fissati nel Piano Industriale 2011-2014. La credibilità raggiunta in questi anni ha permesso di superare anche i dubbi derivanti dalle incertezze normative che hanno di recente caratterizzato il settore. A questo punto è fondamentale continuare ancora con più determinazione nel virtuoso percorso intrapreso, per tener fede agli impegni assunti e reperire, a costi accettabili, le risorse finanziarie necessarie a finanziare l'ingente piano degli investimenti."




Stampa      Indietro