In primo piano

 

La voce dell'acqua
Il trimestrale gratuito che racconta il viaggio dell'acqua

MyAQP aggiorna
Iscriviti alla news letter di Acquedotto Pugliese





loghi_media    FacebookTwitterLinkedinYoutube
Comunicati stampa


27/06/2011
Approvato il bilancio 2010: utile record per sostenere il piano degli investimenti

L’Assemblea degli azionisti dell’Acquedotto Pugliese - tra i maggiori player nella gestione del ciclo idrico integrato - ha approvato, in data odierna, il bilancio consolidato al 31 dicembre 2010 che presenta un sensibile miglioramento di tutti i principali indicatori economici e reddituali.

Il perimetro di consolidamento include la capogruppo Acquedotto Pugliese SpA e le controllate Acquedotto Pugliese Potabilizzazione Srl, Pura Depurazione Srl e ASECO SpA.

Sotto il profilo infrastrutturale, l’esercizio in analisi è stato caratterizzato da un incremento della dotazione impiantistica con un aumento:

  • del 15% delle reti gestite;
  • del 25% dei nuovi impianti di sollevamento idrico;
  • del 5% di nuovi impianti di depurazione.

E’ proseguito, inoltre, l’impegno nel potenziamento e nel risanamento della rete grazie ad investimenti complessivi lordi che, nel periodo, sono stati pari a circa 200 milioni di Euro.

Per quanto riguarda, invece, gli aspetti economici, il fatturato totale del Gruppo si è attestato a circa 429 milioni di Euro, in crescita di quasi il 10% rispetto ai 393 milioni di Euro del 2009, in virtù di una sistematica e organica azione di recupero delle perdite amministrative su tutto il territorio servito.

Anche nel 2010 è proseguita la virtuosa politica di contenimento dei costi gestionali che si sono ridotti di ulteriori 9 milioni di Euro rispetto al 2009. Negli ultimi due anni le politiche di gestione hanno permesso di risparmiare complessivamente circa 19 milioni di Euro.

Il Margine Operativo Lordo (MOL) consolidato è cresciuto fino a 132 milioni di Euro rispetto ai circa 87 milioni del 2009, con un incremento di oltre 44 milioni (+51%).

Al netto della gestione finanziaria, della gestione straordinaria e delle imposte di periodo, l’utile netto consolidato è stato pari a 36,9 milioni di Euro, in netta crescita rispetto ai 12,6 milioni di Euro registrati nel precedente esercizio.

Il bilancio 2010 che rispecchia le efficienze conseguite è alla base della promozione che ci ha assegnato Standard & Poor’s e che ci eleva al rango di investment grade. Si tratta di un risultato di peso, merito dell’eccellente lavoro dei dipendenti e dirigenti dell’AQP in questi ultimi anni. È importante che prosegua l’impegno di tutti in questa direzione per non diluire gli importanti risultati ottenuti ad oggi”, commenta Ivo Monteforte, Amministratore dell’Acquedotto Pugliese.






Stampa      Indietro