In primo piano

 

La voce dell'acqua
Il trimestrale gratuito che racconta il viaggio dell'acqua

MyAQP aggiorna
Iscriviti alla news letter di Acquedotto Pugliese





loghi_media    FacebookTwitterLinkedinYoutube
Comunicati stampa


10/12/2009
Inaugurata la nuova condotta di Sgolgore al servizio di Altamura.

Questa mattina Fabiano Amati, Assessore alle Opere Pubbliche della Regione e Ivo Monteforte, Amministratore Unico di Acquedotto Pugliese, hanno inaugurato la nuova condotta che collega il serbatoio di Murgia Sgolgore al sistema di alimentazione urbana del Comune di Altamura. Alla cerimonia hanno partecipato anche Piero Pepe, Presidente del Consiglio Regionale della Puglia, Michele Venticelli, Consigliere regionale e Mario Stacca, Sindaco di Altamura.

L’opera si sviluppa lungo un percorso di circa 9,5 chilometri, è interamente realizzata in ghisa e, grazie ad un diametro di 900 mm (quasi il doppio di quello attuale), vanta una capacità massima di erogazione di 1.000 litri al secondo che contribuirà ad un sensibile miglioramento delle condizioni di alimentazione per l’intero abitato di Altamura in particolare e dell’alta Murgia più in generale, nonché ad un importante recupero di risorsa (stimato in circa 80-100 litri secondo).

L’importo complessivo dell’investimento è stato di circa 7,5 milioni di Euro.

Terminato con quattro mesi di anticipo rispetto al programma, il progetto è stato eseguito nel più rigoroso rispetto dell’ambiente e della fauna tipica della Murgia; in particolare, le attività sono state sospese in coincidenza con il periodo di riproduzione del falco grillaio.

I lavori, inoltre, sono stati eseguiti secondo i più moderni standard di eco-sostenibilità che prevedono, tra l’altro, il totale reimpiego dei materiali provenienti dagli scavi con conseguente riduzione dei trasporti su mezzi pesanti.

L’impianto che viene inaugurato oggi rientra nel più ampio programma di ampliamento e di risanamento della rete che l’AQP sta portando avanti anche in considerazione della complessità del sistema (oltre 20 mila chilometri di rete gestita) e dell’età media dello stesso (il 52% è stata costruita prima del 1970).

“Interventi” – afferma Ivo Monteforte, Amministratore Unico di Acquedotto Pugliese - che hanno consentito un risparmio stimato di circa 40 milioni di metri cubi d’acqua (un volume paragonabile ad un invaso di medie dimensioni come il Locone), la sostituzione di 70 chilometri di reti e la realizzazione di circa 100 chilometri di nuovi tronchi e la riduzione delle perdite fisiche a circa il 35%”.

“Con questa inaugurazione aggiungiamo un tassello importante alle numerose attività che su tutto il territorio regionale stiamo svolgendo per favorire un servizio migliore ai cittadini. Ottima qualità dell’acqua e riduzione delle perdite e degli sprechi sono tra le nostre assolute priorità utili affinché ogni casa di ogni paesino della Puglia possa usufruire al meglio di questa straordinaria risorsa che si chiama “acqua” – commenta Fabiano Amati, Assessore alle Opere Pubbliche della Regione.

“Esprimo la mia soddisfazione personale” - afferma Mario Stacca, Sindaco di Altamura - “anche a nome di tutta la città di Altamura, per il completamento in tempi brevi di un’opera importante ed attesa da oltre venti anni. Siamo grati all’Acquedotto Pugliese ed alla Regione Puglia per la realizzazione di questa infrastruttura che ha visto negli ultimi tre anni una forte accelerazione dei lavori giunti felicemente fino all’inaugurazione odierna”.




Stampa      Indietro