In primo piano

 

La voce dell'acqua
Il trimestrale gratuito che racconta il viaggio dell'acqua

MyAQP aggiorna
Iscriviti alla news letter di Acquedotto Pugliese





loghi_media    FacebookTwitterLinkedinYoutube
Comunicati stampa


14/12/2009
Inaugurato oggi il nuovo acquedotto del Locone, un'opera da 42 milioni di Euro.

L'Acquedotto Pugliese, tra i maggiori player a livello nazionale nella gestione del servizio idrico integrato, ha inaugurato oggi, alla presenza di Fabiano Amati, Assessore alle Opere Pubbliche della regione, il nuovo acquedotto del Locone.

L'opera rientra nel piano di potenziamento del sistema distributivo regionale e di rilancio complessivo dell'azienda perseguito dall'Amministratore Unico Ing. Ivo Monteforte e dal Direttore Generale Dott. Massimiliano Bianco, che ha permesso investimenti per 600 milioni di Euro nel periodo 2007-2009, con l'ottenimento di importanti risultati.

Il nuovo acquedotto collega il potabilizzatore del Locone al sistema di alimentazione urbana di Barletta. L'importo complessivo dell'investimento è stato di circa 42 milioni di Euro.

L'opera si sviluppa lungo un percorso di 38 chilometri, è interamente realizzata in acciaio e, grazie ad un diametro massimo di 1,6 metri, vanta una capacità di erogazione che raggiunge picchi di 1.500 litri al secondo. L'investimento realizzato migliorerà le condizioni di erogazione nell'area del nord barese.

La situazione di approvvigionamento particolare dell'Acquedotto Pugliese, che si rifornisce di acqua nelle regioni limitrofe, fa si che la maggior voce di costo per l'azienda è la spesa energetica (pesando per lo 0,02% sul consumo nazionale di energia). Quest'opera, rendendo superfluo il sistema di pompaggio in Andria, permetterà un ingente risparmio per il convoglio dell'acqua con diretti benefici anche per l'efficienza della gestione.

A completamento dei lavori è stata installata una centralina idroelettrica a turbina che produce energia pulita sfruttando il salto dell'acqua con una capacità di circa 50 Kw. Sul tetto del torrino terminale dell'acquedotto, di un altezza di oltre 30 metri, sono stati inoltre installati panelli fotovoltaici che permettono l'illuminazione della struttura.

"L'inaugurazione di questa importante opera realizzata in poco più di un anno e mezzo, nel pieno rispetto dei tempi contrattuali, è per me motivo di orgoglio ed è la dimostrazione degli sforzi fatti in questi anni per migliorare il servizio idrico in Puglia", afferma Ivo Monteforte, Amministratore Unico di Acquedotto Pugliese.

"Sono orgoglioso di tagliare il nastro di questa grande opera che permetterà di ottenere un miglioramento del servizio in termini di efficienza, un'ottima qualità dell'acqua e un grande risparmio. I benefici di questo intervento non riguarderanno solo la città di Barletta ma tutto il territorio della nuova sesta provincia pugliese. Le iniziative assunte dalla Regione in materia di buona qualità e ottimizzazione della distribuzione dell'acqua stanno interessando l'intero territorio regionale senza trascurare nessuna realtà", dichiara Fabiano Amati, Assessore alle Opere Pubbliche della regione.




Stampa      Indietro