In primo piano

 

La voce dell'acqua
Il trimestrale gratuito che racconta il viaggio dell'acqua

MyAQP aggiorna
Iscriviti alla news letter di Acquedotto Pugliese





loghi_media    FacebookTwitterLinkedinYoutube
Comunicati stampa


17/03/2011
L'arrivo dell'acqua in Puglia primo atto dell'Unita' d'Italia: i festeggiamenti.

Oggi in Puglia, in occasione della festa dell'Unità d'Italia, i Comuni hanno scoperto una targa commemorativa nelle piazze dove per prima sgorgo' l'acqua pubblica.

A Bari, in Piazza Umberto I, presso la fontana monumentale dove per prima sgorgo' l'acqua nel 24 aprile 1915, hanno partecipato l'Assessore alle Opere Pubbliche Regione Puglia, Fabiano Amati, il Sindaco di Bari, Michele Emiliano, l'Amministratore Unico di Acquedotto Pugliese, Ivo Monteforte.

La realizzazione dell'Acquedotto Pugliese e l'arrivo dell'acqua nelle piazze di Puglia ha rappresentato, infatti, il primo tangibile atto dell'Unità d'Italia per le genti meridionali e pugliesi in particolare.

L'Acquedotto nasce con legge del Regno d'Italia nel 1902 (al termine di un quarantennio di dibattiti parlamentari) e grazie alla solidarieta' interregionale. Genovese la prima ditta appaltante (con gara europea), dell'Irpinia le prime storiche sorgenti, del Regno d'Italia il finanziamento.

AQP ha inoltre realizzato una mostra fotografica storica sull'arrivo dell'acqua nelle piazze nella pagina fan di Facebook e una edizione speciale tricolore della etichetta de "La fontanina, acqua di casa tua".

"Festeggiare l'acqua in Puglia è un atto doveroso verso tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di un'opera monumentale e fondamentale per lo sviluppo di una terra priva d'acqua qual è la Puglia. Ha commentato l'Amministratore Unico di Acquedotto Pugliese, Ivo Monteforte. "Un riconoscimento verso quelle migliaia di lavoratori che resero possibile l'impresa, ma anche verso quei tecnici e quei politici illuminati che tracciarono la via. Un impegno che con i miei colleghi rinnoviamo ogni giorno con il nostro lavoro, per garantire un servizio sempre più adeguato e rispondente alle esigenze di una moderna società".

"In particolare –
ha concluso Monteforte – negli ultimi tre anni abbiamo impegnato oltre 600 milioni di Euro, grazie anche al determinante contributo della Regione Puglia, che ci hanno permesso di raggiungere importanti traguardi con l'introduzione di tecnologia innovativa per una più razionale distribuzione della risorsa disponibile, il potenziamento della rete nelle sue capacità di trasporto, una consistente riduzione delle perdite nella rete, un'acqua sempre più sicura e di ottima qualità. Un lavoro che ci lascia guardare al futuro con rinnovata fiducia e serenità."




Stampa      Indietro