In primo piano

 

La voce dell'acqua
Il trimestrale gratuito che racconta il viaggio dell'acqua

MyAQP aggiorna
Iscriviti alla news letter di Acquedotto Pugliese





loghi_media    FacebookTwitterLinkedinYoutube
Comunicati stampa


22/09/2010
L'agenzia di rating Standard & Poor's rivede al rialzo l'outlook sulla società e conferma i rating di breve e lungo termine.

Standard & Poor's, primaria agenzia di rating internazionale, ha annunciato di avere rivisto al rialzo l'outlook dell'Acquedotto Pugliese portandolo a «positivo» da «stabile».

L'agenzia ha inoltre confermato i corporate credit rating sul lungo e sul breve termine.

Nell'analisi svolta dall'agenzia per l'assegnazione del merito di credito si legge che tale decisione è stata presa a seguito dell'approvazione, nel mese di ottobre 2009, del nuovo Piano d'Ambito da parte dell'ATO Puglia.

"Il positivo giudizio espresso da una primaria agenzia di rating internazionale è un ulteriore riconoscimento alle efficienze gestionali portate a termine in questi ultimi anni. Tale giudizio deriva dai risultati del bilancio 2009 e dai progetti di efficientamento e miglioramento del servizio messi in campo nel 2010", ha commentato Ivo Monteforte, Amministratore Unico dell'Acquedotto Pugliese.

"In particolare nel 2009 uno dei maggiori risultati ha riguardato i costi gestionali che si sono ridotti di circa 10 milioni di Euro. Questo grazie alle efficienze conseguite con l'internazionalizzazione dell'attività di depurazione e di compostaggio, la riduzione delle spese generali e dei costi fissi di struttura e una virtuosa politica di risparmio energetico. Con costanza stiamo quindi proseguendo nel 2010 nel percorso di risanamento e rinnovamento dell'Acquedotto Pugliese anche con positive e importanti ricadute sull'economia del territorio. Un impegno che ha portato anche benefici sul piano della qualità del servizio, come testimoniato dai risultati dell'analisi di customer satisfaction condotta da un primario istituto di ricerca nazionale. Da tale studio emerge, infatti, che la soddisfazione del cliente verso il servizio dal 2006 ad oggi è aumentata del 6%, attestandosi al 91%", ha concluso Ivo Monteforte.




Stampa      Indietro