In primo piano

 

Il Museo dell'Acqua
Visita il palazzo dell'Aquedotto Pugliese

La scoperta dell'acqua
Un viaggio affascinante nei luoghi di Acquedotto Pugliese

Nina la fontanina racconta
La storia di Pugliabella e del suo acquedotto


loghi_media    FacebookTwitterLinkedinYoutube
Norme di sicurezza e comportamento

Disposizioni generali

E’ vietato fumare, bere o mangiare, allontanarsi dal gruppo, ed è obbligatorio attenersi alle istruzioni impartite dal personale ed alla cartellonistica di informazione, obbligo e divieto. 
Spesso le superfici di transito sono bagnate, oleose o infangate, pertanto è necessario un abbigliamento pratico, che non tema lo sporco e sia privo di parti o accessori che possano impigliarsi, oltre a calzature chiuse che offrano un minimo di protezione ai piedi e buona aderenza su superfici scivolose. 

È pertanto necessario che si acceda a gruppi compatti, sempre accompagnati da nostro personale esperto evitando di entrare in contatto ravvicinato con le vasche di trattamento e le apparecchiature elettromeccaniche, nelle quali la tensione e la temperatura possono essere molto elevate e possono essere presenti sostanze tossiche o pericolose in genere.
Alcune stazioni di trattamento possono avere una parte interrata, che di solito è un ambiente confinato, umido e con scarsa illuminazione, raggiungibile a mezzo di botole passa uomo e scale, o una parte sviluppata in altezza, anche notevole, raggiungibile a mezzo di scale.


Disposizioni specifiche - Impianti di depurazione 

Si tratta di luoghi di lavoro che si sviluppano su grandi superfici a cielo aperto, costituiti da un certo numero di stazioni che compiono le specifiche fasi del trattamento dei liquami.
Ciascuna stazione comprende una serie di apparecchiature elettriche e meccaniche, oltre ad eventuali serbatoi contenenti reattivi ed apparecchiature per il trattamento chimico o chimico fisico dei liquami.

Disposizioni specifiche – Impianti di potabilizzazione 

Si tratta di luoghi di lavoro che si sviluppano su grandi superfici a cielo aperto, costituiti da un certo numero di stazioni che compiono le specifiche fasi del trattamento delle acque e da laboratori chimici e biologici per il controllo del processo.
Ciascuna stazione comprende una serie di apparecchiature elettriche e meccaniche, oltre ad eventuali serbatoi contenenti reattivi ed apparecchiature per il trattamento chimico o chimico fisico delle acque.

Disposizioni specifiche – Impianto di sollevamento

L’impianto è costituito in linea di massima da una serie di pompe, di dimensioni e potenze estremamente variabili,  azionate da motori elettrici o a combustione, alloggiate in uno o più locali o capannoni industriali, ubicati su vaste superfici.
Ciascuna pompa presenta parti in movimento e comprende una serie di apparecchiature meccaniche ed elettriche, di comando e controllo, poste in prossimità o a distanza, e produce un notevole rumore, che nel complesso può risultare anche molto elevato.


ATTENZIONE: è fatto obbligo agli accompagnatori di comunicare le suddette norme a tutti i visitatori prima dell’ingresso negli impianti.



Invia ad un amico
Stampa