In primo piano

 

Lina Goccina
Una allegra passeggiata nel mondo dell'acquedotto

FontaninAPP
Scopri l'applicazione che ti porta dalle fontanine di Puglia

Nina la fontanina racconta
La storia di Pugliabella e del suo acquedotto




loghi_media    FacebookTwitterLinkedinYoutube
Cascata monumentale

L’acqua corrente arriva nell’estremo lembo meridionale della Puglia, Santa Maria di Leuca nel 1939. A imperitura memoria di questa epica impresa viene realizzata una cascata che, dal promontorio japigeo riversa le proprie acque direttamente in mare.

La monumentale scalinata (situata ai fianchi della cascata) e la colonna romana, inviata dal Duce appositamente da Roma, segnano così le opere terminali dell’Acquedotto (non solo metaforicamente). 

Alla cerimonia di inaugurazione era atteso Mussolini, che in verità non giunse mai, perché impegnato con lo scoppio del secondo conflitto mondiale. Intervennero il ministro Bottai, il vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca, Mons. Ruotolo, il podestà dell’epoca e tantissima gente.

Attualmente la cascata è affidata al Comune di Castrignano del Capo.


I numeri 

  • 1.000 litri al secondo di portata

  • 120 dislivello in metri

  • 250 lunghezza in metri

Invia ad un amico
Stampa