In primo piano

 

Lina Goccina
Una allegra passeggiata nel mondo dell'acquedotto

FontaninAPP
Scopri l'applicazione che ti porta dalle fontanine di Puglia

Nina la fontanina racconta
La storia di Pugliabella e del suo acquedotto




loghi_media    FacebookTwitterLinkedinYoutube

Glossario

Calcare = roccia costituita prevalentemente da carbonato di calcio.

Calore = forma di energia che si trasmette da un corpo più caldo ad uno più freddo, trasformandosi in energia interna del corpo ricevente.

Calore specifico = si definisce calore specifico il rapporto fra la quantità di calore assorbito o ceduto dall'unità di massa di una sostanza e la variazione di temperatura subita.

Caloria (cal) = unità di misura della quantità di calore e dell'energia. La caloria è la quantità di calore che si deve fornire alla massa di un grammo di acqua distillata, alla pressione atmosferica, per innalzare la sua temperatura di 1°.
La quantità di calore fornita dipende dalla temperatura dell'acqua e si hanno perciò diverse definizione della caloria ma la caloria internazionale:
calorie (international): 1 cal = 4,1868 J.
è la più utilizzata. La caloria è detta anche grammo-caloria (gram calorie) e piccola caloria (small calorie). Il suo multiplo kilocaloria (kilocalorie), con simbolo kcal (e non Cal), equivale a 1.000 calorie ed è detta anche "grande caloria" (great calorie). Il nome caloria deriva dal passato, quando si credeva che il calore fosse un fluido invisibile chiamato "calorico".

Calotta polare = le calotte polari sono quelle zone della superficie terrestre comprese tra i circoli polari e i rispettivi poli: quindi, la calotta polare artica è compresa tra il Circolo polare artico e il Polo Nord, mentre la calotta polare Antartica è compresa tra il Circolare polare antartico e il Polo Sud.

Cambiamento climatico =il termine indica un cambiamento del clima nel corso del tempo; di recente, però, è per lo più utilizzato per indicare l'innalzamento della temperatura media del pianeta, nonché l'aumento degli eventi climatici estremi, causati dall'attività dell'uomo. Infatti i così detti gas serra (anidride carbonica, ossido di azoto, metano), emessi dalle industrie e dai trasporti, andrebbero a variare la composizione chimica dell'atmosfera, determinando così degli effetti drammatici sugli equilibri climatici

Campionamento = l'ottenimento di piccole quantità di materiale (solido, liquido o gassoso) a scopo di analisi.

Campo gravimetrico terrestre = insieme dei valori della forza di attrazione esercitata dalla terra in ogni suo punto, secondo la legge di Newton (F=GmM/r2). Nel caso della terra è detta "forza di gravità" (vedi). Si definisce "intensità del campo gravitazionale" in un punto, la forza di gravità agente su un corpo di massa unitaria posto in quel punto.

Campo magnetico terrestre = campo magnetico equivalente a quello generato da un dipolo magnetico situato al centro della terra. L'unità di misura dell'intensità del campo magnetico utilizzata nei rilievi aeromagnetici è il gamma. L'intensità del campo magnetico terrestre varia da 35.000 a 65.000 gamma, passando dall'equatore alle zone polari. Il campo magnetico terrestre è una grandezza vettoriale, per cui ha una componente orizzontale (declinazione magnetica), una verticale (inclinazione magnetica) ed una risultante (campo magnetico totale).

Campo pozzi = area in cui sono presenti più pozzi.

Capacità autodepurante = capacità di un corpo idrico o di un terreno di depurarsi in modo naturale da sostanze inquinanti (ad esempio petrolio, prodotti chimici, ecc.) attraverso processi biologici come il metabolismo batterico, di tipo aerobico (vedi) o anaerobico (vedi).

Capacità d'uso del suolo = potenzialità di utilizzazione di un suolo in determinati modi o con determinate pratiche di gestione, in funzione della presenza o meno di una o più limitazioni, quali pendenza o scarsa permeabilità.

Capacità di assorbimento = capacità di un mezzo poroso di poter assorbire liquidi o gas per tutta la sua massa.

Capacità portante = carico per superficie unitaria che può essere sopportato dal terreno.

Captazione = il termine indica il prelievo e la raccolta, presso la sorgente, delle acque che vengono successivamente destinate al consumo (vedi anche sorgente).

Carbon fossile = il carbon fossile deriva dalla fossilizzazione di grandi masse di vegetali (alberi, piante, alghe). Con il tempo la sostanza vegetale sepolta si arricchisce gradualmente di carbonio. In questo modo si passa dai termini più antichi come litantrace e antracite, a quelli più recenti e con minore potere calorico come torba e lignite.

Carbon tax = tassa definita sulla base del contenuto di carbonio (vedi) del bene tassato e finalizzata a far ricadere i danni ambientali, causati dal'anidride carbonica, sull'inquinatore.
In ambito europeo, l'ipotesi di una carbon tax è stata avanzata in una comunicazione della Commissione al Consiglio nell'ottobre 1991 ed è successivamente divenuta proposta formale nel giugno 1992 come parte di una più ampia strategia di riduzione delle emissioni di anidride carbonica (vedi). Appoggiata solo da alcuni paesi, la proposta non ha raggiunto l'accordo unanime degli Stati membri dell'Unione europea.

Carbonio = elemento chimico, con simbolo C, costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche "chimica del carbonio". È molto diffuso in natura, ma non è abbondante. Allo stato di elemento si trova come grafite e diamante. Nell'atmosfera è presente come anidride carbonica (vedi), proveniente dai processi di combustione, oltre che da fenomeni di vulcanismo. Esiste un isotopo del carbonio, il C14, che è radioattivo e serve, per questa sua proprietà, a scopi analitici (datazione) e scientifici come "tracciante" per lo studio di processi chimici complessi.

Carota = è una colonna cilindrica di roccia prelevata durante la perforazione dei pozzi, con uno strumento speciale denominato carotiere (vedi). Questi campioni sono utilizzati per definire la litologia, l'età, le caratteristiche sedimentologiche e la eventuale presenza di idrocarburi di alcune successioni sedimentarie.

Carotaggi geofisici = registrazioni in pozzo delle misure elettriche, soniche e nucleari caratteristiche delle rocce attraversate. Dalla loro interpretazione combinata è possibile risalire alla litologia e porosità e saturazione in acqua di una roccia serbatoio (vedi). I logs vengono registrati calando in pozzo, mediante un cavo ad uno o più conduttori, una combinazione di sonde ed eseguendo le registrazioni in continuo durante la loro risalita in superficie.

Carotiere = scalpello a corona dentata o diamantata, con foro centrale (ad esempio di 2"o 5" di diametro), che permette il prelievo di un campione cilindrico della formazione (vedi Carota) entro un contenitore (core barrel), dal quale può essere recuperata. Il carotaggio del fondo marino viene effettuato mediante navi appositamente equipaggiate.

Carsismo = il carsismo è quel fenomeno di erosione generato dall'acqua su rocce permeabili o facilmente solubili (rocce calcaree, gesso, più raramente dolomia e salgemma). La principale causa del carsismo sono le piogge, ma importanti sono anche quei fenomeni legati alla presenza di acque di mare vicine alla costa, oppure là dove si ha la risalita di acque profonde che vengono in contatto con le piogge, in corrispondenza di importanti faglie. Questo fenomeno può portare alla formazione di caverne, grotte, pozzi e allo sviluppo di un'idrografia sotterranea (cioè lo scorrimento sotterraneo delle acque).

Carta geologica = una carta geologica è una rappresentazione del territorio, in cui sono evidenziate, con differenti colori e simboli convenzionali, le diverse rocce che lo compongono, assieme alle linee di contatto fra rocce, differenti per tipologia, età, caratteristiche strutturali, spessore, ecc. Attraverso questa carta, inoltre, è possibile rappresentare gli eventuali depositi e giacimenti minerari che si hanno in un determinato territorio.

Cascata = una cascata è una "precipitazione" (salto) dell'acqua di un fiume, causata da una brusca interruzione della pendenza (inclinazione) del letto del fiume (alveo) per un forte dislivello del suolo (in una scarpata, ai bordi di un altopiano, ecc.).

Catena alimentare = in natura, successione di organismi in cui ogni anello della catena (vedi Livello trofico) si nutre a spese del precedente e alimenta il successivo.
Le piante e gli erbivori stanno alla base, mentre i carnivori e gli onnivori di maggiori dimensioni occupano i livelli più alti.

Cavo sismico marino = cavo galleggiante che ha la funzione di permettere il traino degli idrofoni (vedi), opportunamente distanziati, e la trasmissione dei segnali da essi ricevuti all'apparecchiatura di registrazione che è sulla nave.

Cellula = costituisce l'unità fondamentale di ogni organismo (vedi) animale e vegetale; generalmente di proporzioni microscopiche, può avere forme diverse (cilindriche, cubiche, stellari); se sola, dà origine agli organismi unicellulari, se associata con altre, agli organismi pluricellulari; è costituita da una membrana esterna, attraverso la quale avvengono gli scambi con l'ambiente, e da una piccola massa di sostanza vivente (protoplasma) in cui si distinguono il nucleo (solo poche cellule ne sono prive) e il citoplasma. Non si hanno differenze fondamentali nella struttura tra le cellule animali e quelle vegetali, ma queste ultime contengono, di regola, clorofilla e sono protette da una membrana non vivente di cellulosa.



Cemento Portland = il cemento Portland è il tipo di legante idraulico più utilizzato, sia perché le sue materie prime sono ampiamente disponibili, sia perché è il componente essenziale di altri leganti idraulici. Costituito da rocce calcaree fuse a 1500°C con il 25% di argille cotte, esso viene denominato anche semplicemente "Portland" (dal nome dell'omonima località inglese, vicina alle cave dove per lungo tempo è stata estratta una pietra perfettamente adatta a produrlo) o "Cemento" (essendo il legante idraulico più diffuso, in particolare nella preparazione del calcestruzzo).

Centrale elettrica = impianti nei quali è possibile convertire energia primaria (cioè non trasformata) in energia elettrica. Si suddividono in:
- centrali idroelettriche, in cui viene convertita in elettricità l'energia potenziale dell'acqua, dovuta alla gravità;
- centrali termoelettriche, in cui, mediante un ciclo termodinamico, viene convertita in elettricità l'energia chimica contenuta nei combustibili solidi, liquidi, gassosi, di origine fossile;
- centrali nucleari, in cui viene convertita in elettricità l'energia che si libera sotto forma di calore dai combustibili nucleari.

Centrale idroelettrica = impianto che trasforma l'energia dell'acqua di un fiume o di uno sbarramento in energia elettrica, utilizzando come macchine principali la turbina idraulica e l'alternatore (vedi anche diga).

Centrale mareo-motrice = è la struttura in grado di sfruttare l'ampia escursione tra alta e bassa marea per produrre energia elettrica.

Centrale termoelettrica = installazione che converte l'energia di combustione dei combustibili fossili, solidi, liquidi o gassosi in energia elettrica.

Centro di telecontrollo = è una stazione nella quale vengono raccolti ed elaborati i dati sul controllo e la gestioni delle reti.

Centro elettrico = parte dell'impianto della rete elettrica di distribuzione primaria destinato alla trasformazione della tensione da AT a MT.

Certificazione ambientale = Al fine di migliorare la gestione operativa delle attività che possono avere un negativo impatto sull'ambiente, molte imprese industriali hanno iniziato a sottoporsi alla verifica di certificatori esterni (società di consulenza specializzate con esperienza primaria nel campo dell'analisi finanziaria e di bilancio). In caso tale verifica vada a buon fine (non abbia cioè riscontrato significative anomalie nel Sistema di gestione ambientale (vedi) degli impianti o superamento dei valori-limite alle emissioni prescritte dalla normativa ambientale in vigore), viene rilasciata una certificazione ambientale che si rifà allo standard volontario prescelto (BS 7750, ISO 14000, vedi voci corrispondenti). Alcune società di consulenza si stanno orientando ad operare anche nell'ambito del Regolamento EMAS (vedi), che prevede l'accreditamento di verificatori a livello comunitario. La certificazione ambientale può essere rilasciata oltre che per un Sistema di Gestione (a livello di sito o d'impresa) anche per un Rapporto Ambientale (vedi). In quest'ultimo caso viene verificata la correttezza della metodologia impiegata nella raccolta, elaborazione e rappresentazione dei dati e vengono di solito effettuate verifiche a campione sulle attività oggetto del Rapporto.

Chiarificazione = processo di trattamento delle acque reflue (vedi) in cui si ha la separazione gravitazionale dei solidi sospesi sedimentabili presenti, con la conseguente produzione di un effluente più limpido.

Chilowattora (KWh) = unità di misura dell'energia elettrica prodotta o consumata pari all'energia prodotta o consumata in 1 ora alla potenza di un kW.

Chimica= scienza che studia la struttura e la composizione delle sostanze e le variazioni di composizione che tali sostanze subiscono. Esiste tuttora, per tradizione, la suddivisione in:
- chimica inorganica, che si interessa degli elementi e composti chimici del mondo minerale;
- chimica organica, che si interessa dei composti del carbonio per la cui formazione si riteneva intervenisse una "forza vitale".
In effetti sia la chimica inorganica che organica sono regolate dalle stesse leggi. Altri campi della chimica sono la chimica-fisica, che si occupa delle influenze che esercitano le cause fisiche sull'equilibrio chimico, e la chimica biologica, che studia le trasformazioni negli esseri viventi. Dal punto di vista industriale, la chimica organica ha utilizzato come materia prima, fino agli anni trenta, il carbon fossile (carbochimica) e, successivamente, il petrolio e il gas naturale (vedi Petrolchimica).

Ciclo Combinato (CCGT) = tecnologia per la produzione di energia elettrica da combustibili fossili tramite impianti a ciclo termico: permette di realizzare un sensibile risparmio energetico e contemporaneamente un miglioramento delle emissioni atmosferiche. In genere l'impianto a ciclo combinato per la produzione di energia elettrica è costituito dall'accoppiamento di una o più turbine a gas con una turbina a vapore.

Ciclo idrologico = è la successione delle fasi attraversate dall'acqua passando dall'atmosfera alla terra e ritornando nell'atmosfera: condensazione, precipitazione, infiltrazione, ruscellamento, evapotraspirazione.

Ciclone = apparecchio che utilizza le accelerazioni centrifughe generate da un moto vorticoso per separare da una corrente gassosa le particelle solide o liquide che essa trascina o fluidi a differente peso specifico.

CLC (Civil Liability Convention) = è una convenzione internazionale sulle responsabilità civili derivanti da danni da inquinamento da idrocarburi. Si applica a tutte le navi che trasportano più di 2.000 tonnellate di idrocarburi ed obbliga i proprietari di dette navi, immatricolate in un paese contraente, a provvedere una assicurazione ed altre garanzie finanziarie a copertura della propria responsabilità per i danni da inquinamento. Tale copertura assicurativa è comprovata da un certificato.

Clima = complesso delle condizioni meteorologiche di una regione nel corso delle stagioni. Il clima dipende dalla latitudine, dall'altitudine, dalla posizione rispetto ai continenti e alle aree oceaniche.

Climatici, (cambiamenti) = variazioni del clima (vedi) di una determinata regione o area della superficie terrestre come conseguenza di fenomeni astronomici (ad esempio, variazione dell'inclinazione dell'asse terrestre, polveri cosmiche o vulcaniche, ecc.), di fenomeni e variazioni indotte localmente (ad esempio, formazione di grandi bacini lacustri in aree desertiche, grandi incendi in aree boschive e di foresta, ecc.) o per l'effetto serra (vedi).

Climax = comunità che ha raggiunto lo stadio di equilibrio ottimale in presenza di particolari condizioni ambientali (vedi Biocenosi). Rappresenta lo stadio finale di una serie di successioni, intese come modalità non stagionali, direzionali e continue di colonizzazioni e di estinzioni di un sito da parte di popolazioni di specie. Un esempio di successione su un terreno di partenza spoglio può essere: muschi, piante erbacee (arbusti), alberi caducifoglie, conifere. Possono essere necessarie anche centinaia di anni prima di raggiungere lo stadio di climax, ma una volta raggiunto, saranno necessari grossi cambiamenti climatici perchè si abbiano significative variazioni della vegetazione.

Clorinità = permette di determinare la salinità del mare in base ad una precisa formula di calcolo: (tavole di Knudsen) S=0,030+1.805 Cl, dove S=salinità e Cl=clorinità (grammi di cloro in un kg di acqua). Secondo altri (Lyman e Fleming, 1940) la relazione è più correttamente indicata come S=0,07+1.811 Cl. Infatti in tutti i mari e gli oceani il complesso salino dell'acqua presenta la medesima composizione qualitativa e quantitativa relativa dei diversi sali.

Cloro = presente sotto forma di ione nel sale marino, si produce per elettrolisi di esso come molecola allo stato gassoso. Suoi derivati ossigenati vengono utilizzati per la potabilizzazione e per il trattamento delle acque reflue (vedi) industriali e civili. Trova anche impiego nella sintesi di numerosi composti organici e inorganici. Particolari attenzioni vengono usate nella manipolazione e nel trasporto, data la sua tossicità.

Clorofluorocarburi (CFC) = derivati del metano (CH4), dell'etano (C2H6) e del propano (C3H8), nei quali tutti gli atomi di idrogeno sono stati sostituiti con atomi di cloro e fluoro. Sono denominati anche freon e sono costituiti da prodotti gassosi, inerti, facilmente liquefacibili, impiegati per lungo tempo, come propellenti di aerosol, fluidi di circuiti frigoriferi, agenti espandenti, ecc. Sono chimicamente inerti; proprio questa proprietà consente loro di arrivare in stratosfera, dove vengono scissi con reazione fotochimica, cedendo cloro che reagisce con l'ozono che si trova nelle fasce alte dell'atmosfera, contribuendo a ridurne lo spessore fino ad eliminarlo (buco dell'ozono). Le nuove norme ecologiche prevedono la sostituzione dei CFC con gli idroclorofluorocarburi (HCFC) che sono più facilmente biodegradabili.



Invia ad un amico
Stampa