In primo piano

 

Lina Goccina
Una allegra passeggiata nel mondo dell'acquedotto

FontaninAPP
Scopri l'applicazione che ti porta dalle fontanine di Puglia

Nina la fontanina racconta
La storia di Pugliabella e del suo acquedotto




loghi_media    FacebookTwitterLinkedinYoutube
Il ciclo idrologico
L'acqua presente in natura circola e si trasforma nell'idrosfera seguendo dei percorsi che costituiscono il cosiddetto "ciclo idrologico". Il ciclo idrologico non ha principio né termine. A mano a mano che l'acqua evapora dagli oceani e dalle terre, essa diviene parte dell'atmosfera. Il vapore s'innalza ed è trasportato per l'atmosfera sino a che si condensa e precipita sulla terra o sul mare. L'acqua precipitata può essere intercettata dalle piante o traspirata, può scorrere in superficie o venir giù per declivi fra strati diversi del terreno, oppure può infiltrarsi sottoterra. L'acqua che rimane alla superficie riempie le zone più basse, si raccoglie e poi evapora oppure, dopo essersi raccolta, scorre via in un secondo tempo. Gran parte dell'acqua intercettata e traspirata e di quella che scorre sul terreno ritorna nell'atmosfera in seguito ad evaporazione. L'acqua che si infiltra nel terreno può raggiungere le regioni più profonde ed ivi raccogliersi sotto forma di acqua sotterranea, per uscir quindi fuori come sorgente od incanalarsi in un corso d'acqua entrando a far parte delle acque di scorrimento, ed evaporare infine nell'atmosfera per completare così il ciclo idrologico. In tal modo, nel ciclo idrologico hanno luogo complicati processi di condensazione, precipitazione, evaporazione, intercettamento, traspirazione, infiltrazione, ritenzione, detenzione, dilavamento di superficie, incanalamento, scorrimento.

Tab.2. Quantità d'acqua presenti nella Terra: Valori di stima
Voce Area (Km 2) Volume (Km 3) Percentuale relativa alla quantità totale
Aqua dolce
147.900.000
37.300.000
2,70
Ghiacci polari e ghiacciai
15.100.000
28.200.000
2,04
Acqua profonda
In profondità comprese tra 800 e 4.000 m
130.900.000
7.710.000
0,34
In profondità comprese tra 0 e 800 m
130.900.000
3.740.000
0,27
Laghi
830.000
125.000
0,009
Umidità del suolo
130.900.000
69.000
0,005
Vapore atmosferico
510.100.000 (*)
13.500
0,0001
Fiumi
1.500
0,0001
 
Acqua salata
362.900.000
1.348.000.000
97,3
Oceani
362.900.000
1.348.000.000
97,3
Laghi salati e mari interni
700.000
105.000
0,008
Quantità totale
1.385.000.000
100
* Area della superficie terrestre


In linea di principio il ciclo idrologico è semplice: in pratica esso è enormemente complesso e intricato. Non è costituito da un unico grande ciclo, ma piuttosto da un gran numero di cicli, ristretti a continenti, regioni e zone locali, i quali, tutti, sono componenti collegate e interdipendenti del sistema globale (tab.3).

Tab.3. Bilanci medi annuali globali e regionali, relativi all'acqua del ciclo idrologico: valori di stima in unità relative
  G
l
o
b
a
l
i
R
e
g.

u
m
i
d
e
R
e
g.

a
r
i
d
e
A
f
r
i
c
a
A
s
i
a

A
u
s
t
r
a
l
i
a

E
u
r
o
p
a
N
o
r
d
a
m
e
r
i
c
a
S
u
d
a
m
e
r
i
c
a
Precipitazioni
Sulle terre 100 100 100 100 100 100 100 100 100
Sugli oceani 396 - - - - - - - -
Totale 496 100 100 100 100 100 100 100 100
Evaporazione
Dalle terre 68 59 100 76 64 87 60 60 64
Dagli oceani 428 - - - - - - - -
Totale 496 59 100 76 64 87 60 60 64
Scorrimento verso il mare
Dalla sup. del suolo 31 40 - 23 35 13 39 39 35
Dalle acque pro-
fonde
1 1 - 1 1 - 1 1 1
Totale 32 41 - 24 36 13 40 40 36
Volume di 100 unità
In migliaia di km 2 106 82,7 23,3 20,0 25,8 3,8 5,8 13,8 24,2


A mano a mano che la società umana si evolve, ulteriori effetti sul regime delle acque dovuti alle opere ed alle attività dell'uomo si aggiungono prepotentemente alle condizioni ambientali dell'acqua e disturbano conseguentemente l'equilibrio dinamico del ciclo idrologico naturale, dando l'avvio a nuovi processi idrologici e a nuovi fenomeni.

Invia ad un amico
Stampa